FAQ Pazienti

Versione stampabilePDF version

Per prenotare una visita o un esame bisogna contattare il numero verde regionale 800.638.638 in funzione da lunedì a sabato, dalle 8 alle 20. In questo modo è possibile verificare la disponibilità di altre strutture, oltre a quella del Sacco, per effettuare la prestazione in tempi ravvicinati.

Visite ed esami possono essere prenotati anche recandosi di persona agli sportelli dell’ospedale.

Le prenotazioni possono essere effettuate anche on line utilizzando la Carta Regionale dei Servizi (scopri come funziona).

In tutti i casi è necessario avere a portata di mano l’impegnativa del medico curante con la richiesta della prestazione. Agli operatori del numero verde o dello sportello è opportuno fornire tutte le indicazioni utili per ottenere la prestazione più adeguata alle proprie necessità.  

I tempi di attesa variano in base al tipo di esame o di visita. Il Sacco si impegna a garantire gli standard regionali: le eventuali priorità segnalate dal medico di famiglia che appone il Bollino Verde sulla ricetta, vengono accolte e soddisfatte entro 72 ore dalla richiesta. Per migliorare il servizio offerto ai pazienti la Regione Lombardia ha stabilito che le prestazioni ambulatoriali possono essere effettuate, oltre che nelle aziende ospedaliere pubbliche, anche presso le strutture private accreditate con il sistema sanitario regionale. Per conoscere i tempi di attesa delle altre aziende ospedaliere e  delle strutture accreditate si può contattare il numero verde 800.638.638.          

 

Per usufruire della prestazione bisogna esibire l’impegnativa del medico di famiglia, o del pediatra di libera scelta oppure dello specialista (la ricetta “rossa” che reca il codice IUP-Identificativo Univoco della Prescrizione), la Carta Regionale dei Servizi e l’eventuale tesserino di esenzione. È bene presentarsi in ospedale almeno 30 minuti prima della visita o dell’esame, per effettuare l’accettazione. 

Gli esiti degli esami possono essere ritirati dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 16.00, all’Ufficio Ritiro Referti presso la Portineria dell’ospedale, ad eccezione di quelli di Pediatria e i risultati dei test HIV.

I referti di Pediatria si ritirano direttamente presso l’ambulatorio, dalle 8 alle 10.30.

Il risultato dei test HIV viene consegnato presso l’ambulatorio di Malattie Infettive (padiglione 56, piano seminterrato, fermata G del bus navetta), nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 12 alle 13, orari in cui sarà disponibile anche un servizio di counselling con il personale medico.

Per tutelare la privacy degli utenti, i risultati degli esami devono essere ritirati da chi ha fruito della prestazione o da persona delegata per iscritto, in possesso del documento di identità della persona che è stata sottoposta a esame.

I referti medici si possono consultare anche on line, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, utilizzando la Carta Regionale dei Servizi (scopri come funziona).

Semplicemente ricontattare lo stesso numero di telefono utilizzato per prenotare la visita e comunicare, con sufficiente anticipo, la propria indisponibilità. Un’altra persona in lista d’attesa potrà così usufruire del posto che si è liberato. Se la prenotazione è stata effettuata allo sportello dell’ospedale può essere disdetta anche attraverso il numero verde regionale.        

 

Il pagamento del ticket avviene in contanti, bancomat, assegni o tramite internet (per scoprire come funziona consulta il sito www.pagocrs.com). 

Le casse dell’ospedale sono aperte da lunedì a venerdì, dalle ore 7.30 alle ore 16.30. 

 

 

Alcune categorie di pazienti sono esenti dal pagamento del ticket sulle prestazioni ambulatoriali: i minori di 14 anni, le persone con basso reddito, gli invalidi, i portatori di patologie croniche certificate, i disoccupati e i cassaintegrati.    

 

No. Il ticket si paga solamente per le prestazioni a cui è stato attribuito il “codice bianco”, in quanto non riconosciute come urgenti.

 

I risultati delle analisi sono riportati nel verbale di Pronto soccorso assieme ai referti di tac, risonanze magnetiche ed ecografie e vengono consegnati al paziente al momento della dismissione. Per richiedere lastre bisogna invece rivolgersi all’ufficio Cartelle cliniche dell’ospedale dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 15.00 (Per informazioni: tel. 02 3904.2837)

Il verbale di Pronto soccorso è consultabile via internet dal paziente o dal suo medico utilizzando la Carta Regionale dei Servizi  

I cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea e i familiari a carico, con regolare permesso di soggiorno superiore a tre mesi, hanno l’obbligo/diritto di iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale. Gli extracomunitari iscritti al SSN sono esonerati dal pagamento del ticket. Invece, agli stranieri con un permesso di soggiorno non superiore a tre mesi vengono assicurate le cure dietro pagamento, per intero, delle relative tariffe.

Ne esistono vari tipi: il ricovero urgente per pazienti che giungono nell'area dell'emergenza e del Pronto Soccorso; il ricovero ordinario (o "di elezione") richiesto dal medico di base o da un medico degli ambulatori interni o esterni all'ospedale; il ricovero in Day Hospital programmato dal medico di reparto per effettuate, nell’arco di una giornata, prestazioni multiprofessionali e plurispecialistiche; ricovero in Day Surgery per pazienti che necessitano di un intervento chirurgico. Esiste inoltre il pre-ricovero che serve per effettuare esami in genere propedeutici a un intervento chirurgico (di norma entro trenta giorni prima) e il ricovero per trattamento sanitario obbligatorio (TSO) disposto dal Sindaco del Comune di residenza del paziente, su segnalazione medica.

Per informazioni: Ufficio ricoveri tel. 02 3904.3125, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16

 

Prima di lasciare l’ospedale al paziente viene consegnata la relazione clinica che contiene una descrizione di quanto avvenuto durante il ricovero, l’indicazione delle terapie da assumere a domicilio e i controlli programmati. La relazione clinica è accompagnata dalla lettera di dimissione nella quale sono specificati i bisogni di assistenza del paziente e tutte le informazioni sanitarie utili al medico di famiglia per garantire la continuità delle cure.        

 

Copia della cartella clinica e degli esami radiologici eseguiti durante il ricovero possono essere richiesti dal paziente o da una persona da lui delegata, con una fotocopia del documento dell’interessato, all’Ufficio Ricoveri, o tramite fax al n. 02/3904.3140. Il ritiro della documentazione sanitaria potrà essere effettuato a partire dal 30° giorno successivo alla richiesta presso l’Ufficio Referti dietro esibizione della ricevuta di pagamento rilasciata al momento della presentazione della richiesta. I costi di fotoriproduzione variano in base al numero di pagine contenute nella cartella. 

Per ulteriori informazioni: tel. 02 3904.2837 dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 15.00

 

I certificati di ricovero vengono rilasciati dall’Ufficio ricoveri, situato a fianco del Pronto soccorso. Lo sportello è aperto dal lunedì al venerdì, con orario continuato, dalle ore 8.00 alle ore 16.00. Per informazioni: tel. 02 3904.3125

I medici del Sacco svolgono attività libero professionale ambulatoriale in diverse specialità. Per saperne di più,
consulta l’elenco completo 

Bisogna telefonare allo sportello “Libera Professione” – allo 02.39042531 - dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle 12,45 e dalle 13,30 alle 18,30; o mandare un fax allo 02.39042968 oppure un e-mail all’indirizzo libera.professione@hsacco.it. Nell’accettare la prenotazione l’operatore fornirà informazioni su professionisti, tariffe, giorni e orari.       

Informazioni sui ricoveri in regime di libera professione possono essere richieste all’U.O. Marketing-Libera professione in orari d’ufficio: tel.02.39042839, fax 02.39042484, e-mail marketing@hsacco.it. Il ricovero in libera professione intramuraria è caratterizzato dalla scelta diretta, da parte dell’utente, del medico o dell’equipe che lo assisterà durante la degenza,previa accettazione del preventivo di spesa. In alcuni reparti è possibile richiedere il trattamento alberghiero differenziato (con tariffa giornaliera aggiuntiva) che consiste nell’uso esclusivo di una camera doppia, con facoltà per un familiare di soggiornare accanto al paziente ricoverato.            

In contanti, bancomat, carta di credito o assegno presso lo sportello “Libera Professione”.

L’ospedale Sacco è convenzionato con alcune assicurazioni e fondi assistenziali (consulta l’elenco). Il titolare di una polizza stipulata con questi soggetti, comunicando il numero della propria tessera, può richiedere prestazioni ambulatoriali in regime di libera professione alle tariffe concordate. Informazioni sulle tariffe possono essere richieste direttamente alle assicurazioni e fondi convenzionati.        

L’ospedale Sacco ha adottato tutte le misure previste dal Garante per la protezione dei dati (Decreto Legislativo 196/2003, il Codice della privacy) per tutelare la dignità delle persone ricoverate. Inoltre effettua regolarmente controlli sui sistemi di sicurezza utilizzati per la tutela dei dati sensibili e sugli eventuali rischi collegati allo smarrimento delle informazioni, agli accessi impropri e a quelli fraudolenti.

Sì, può farlo se autorizzato dall’interessato. Al paziente che autorizza la comunicazione viene chiesto di indicare le persone alle quali fornire informazioni sul suo stato di salute. Il personale sanitario sarà quindi autorizzato a informare unicamente quelle persone. In casi specifici, la normativa prevede che i dati personali e sensibili di una persona ricoverata possono essere comunicati a forze di polizia, autorità giudiziaria e organismi di sicurezza.

La documentazione clinica non è accessibile ad estranei né resa visibile all’interno dei reparti. è disponibile solo al personale sanitario e al paziente, su richiesta e in presenza di un operatore.  

No, può essere ritirata anche da altre persone che sono state delegate per iscritto dall’interessato e sono in possesso della copia di un suo documento d’identità.

Il consenso informato è uno strumento importante. È l’espressione della volontà del paziente che autorizza gli operatori sanitari ad effettuare il trattamento al quale verrà sottoposto. Ogni paziente viene informato sul proprio stato di salute, sulle caratteristiche della malattia, sui trattamenti da effettuare, sugli esiti e sulle possibili conseguenze. Il consenso informato è il mezzo che consente al paziente di partecipare alle decisioni sulla sua salute. Può essere accordato solamente dall’interessato e non ha valore se espresso da altri, anche se familiari, ad eccezione dei casi in cui si esercita la potestà o la tutela.

Se è necessario intervenire con urgenza per la sopravvivenza del paziente e questi non è in grado di esprimere una volontà cosciente, il medico può operare in stato di necessità.

Sì, in qualsiasi momento prima dell’atto medico per il quale è stato espresso

No, non è necessaria la prenotazione. Ci si reca direttamente al Punto Prelievi dell’ospedale, da lunedì a venerdì dalle 7 alle 10.