Cure palliative e hospice oncologico

Versione stampabilePDF version

Progetto e promotori

Progetto: realizzazione di un reparto di degenza per malati oncologici in fase avanzata (hospice)
La solidarietà rappresenta, così come la libertà, la fantasia, lo spirito d’impresa e la sussidiarietà, la linfa costitutiva del popolo italiano, espressioni di una cultura cristiana che per secoli ha forgiato città, strade, biblioteche, ospedali, università e scuole: una cultura che è la radice della nostra Europa.
Confraternite, società di mutuo soccorso, cooperative, casse rurali, fondazioni, istituti religiosi, enti ospedalieri sono tutte espressioni giuridiche e sociali di una creatività solidale soggettiva e collettiva capace di rispondere, nei secoli, ai bisogni di cura dell’umanità trovando le risorse necessarie
Promotori dell'iniziativa
Hospice in Columbus del Dipartimento Oncologico H. Sacco MI
• Istituto Missionario S. Francesca Cabrini
• Casa di Cura Columbus Milano
• Ospedale “Luigi Sacco“ Milano
• Fondazione Polizzotto – Porrati

Il reparto

Il reparto di cura per malati oncologici in fase avanzata istituito presso la Columbus è una ulteriore espressione di questa cultura e della inesaurita creatività che ne discende.
Partendo dalla legge quadro del servizio sanitario regionale lombardo, attraverso la legge istitutiva dei dipartimenti ospedalieri si è arrivati a costituire il Dipartimento Oncologico dell’ospedale
“ Luigi Sacco “ come sintesi di una pluralità di servizi e di attori.
L’Hospice è l’anello che completa il profilo di continuità di assistenza in armonia con la degenza per acuti, il Day Hospital, l’assistenza domiciliare e l’attività ambulatoriale.
L’ Hospice ha la funzione di attuare con mezzi e tempi adeguati l’assistenza al malato oncologico in fase avanzata fornendo prestazioni mediche, infermieristiche, psicologiche e di conforto spirituale ai pazienti ed alle loro famiglie.
Questa rete consente di assicurare il tipo di intervento assistenziale più adatto alla fase della malattia, più adeguato alla personalità del malato e più idoneo sotto il profilo economico.
La corretta gestione di questo progetto dipartimentale consente:
- la continuità assistenziale necessaria al paziente (adeguatezza qualitativa)
- la programmazione degli interventi secondo la fase di malattia (adeguatezza organizzativa)
- l’ottimizzazione delle risorse (adeguatezza economica)

Recapiti

Segreteria Hospice, Ospedale Sacco: 02-39042492 /2493 - fax 02-39042509
Segreteria Hospice, Clinica Columbus: 02- 480801
Associazione Hospitale Santa francesca Cabrini: 02/48080900
www.hospitalesantafrancescacabrini.it

Principi generali di cure palliative

- Controllare i sintomi fisici, psichici , sociali e spirituali che provocano sofferenza al paziente.
- Approccio multidisciplinare in equipe medico - infermieristiche
- Sostenere la formazione e l’aggiornamento del personale medico, infermieristico e dei volontari
- Perseguire gli obiettivi terapeutici nel rispetto della dignità della persona, della sua storia con il coinvolgimento della sua famiglia e delle sue amicizie

Strutture Logistiche

Camere di degenza singole (n. 15) , con letto elettrico per modificare le posture, climatizzate, con servizi telefonici ed informatici e letto per l’accompagnatore.
Locali accessori : sale mediche, infermeria, locali per riunioni, cucina- tisaneria, sala soggiorno e cappella

Equipe multidisciplinare

medico, caposala, infermiere professionale,personale ausiliario, psicologo, fisioterapista,assistente sociale, assistente spirituale, volontari agiscono in sinergia per la ricerca delle giuste risposte alle specifiche esigenze dei pazienti.
Metodologia operativa:
la condivisione delle problematiche quotidiane è garantita da incontri settimanali per la discussione dei casi clinici, riunioni quindicinali organizzative, elaborazione di pratici protocolli assistenziali, partecipazione a seminari formativi e corsi di aggiornamento.
Tutto questo permette di rendere l’hospice un luogo di accoglienza per chiunque, un luogo di solidarietà umana e sociale frutto di un approccio alla persona che sa vedere il particolare (sintomo o malattia) dentro un contesto più generale : la persona umana con la totalità dei suoi bisogni.
Hospice : una esperienza di risorse possibili per le cure necessarie !